La Suprema Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 5415 del 29/02/2024, ha statuito che in tema di apertura di credito bancaria il recesso della banca può avvenire solo se sia indicata la giusta causa che lo sorregge, poiché tale condizione si connette direttamente al rispetto dei principi di correttezza e buona fede cui deve conformarsi il comportamento delle parti.

La Cassazione, con la Sentenza n. 5415 del 29/02/2024, ...

La Suprema Corte di Cassazione, con Ordinanza n. 4140 del 14/02/2024, ha statuito che quando il testo contrattuale venga predisposto, su incarico di una o di entrambe le parti, da un notaio o da altri professionisti, la disciplina di tutela del codice del consumo può ritenersi esclusa se e in quanto il consumatore abbia avuto la possibilità di concretamente incidere, anche mediante modifica o integrazione, sul contenuto del contratto da tali soggetti predispo ...

Lunedì, 13 Maggio 2024 09:25

Separazione e mantenimento

Scritto da

La Suprema Corte di Cassazione, con Ordinanza n. 4715 del 22/02/2024, ha statuito che, in tema di assegno di mantenimento dovuto al coniuge separato, la rinuncia al predetto contributo economico, effettuata nel giudizio d'appello dalla beneficiaria, non preclude, di per sè, la domanda di accertamento negativo della debenza dell'assegno medesimo.

La S.C., con Ordinanza n. 4715 del 22/02/2024, è tornata sulla delicata qu ...

Mercoledì, 08 Maggio 2024 11:30

Il consenso informato

Scritto da

La Suprema Corte di Cassazione, con Sentenza n. 28985 del 11/11/2019, ha statuito che qualora venga allegato e provato, come conseguenza della mancata acquisizione del consenso informato, unicamente un danno biologico, ai fini dell'individuazione della causa "immediata" e "diretta" di tale danno-conseguenza, occorre accertare, mediante giudizio controfattuale, quale sarebbe stata la scelta del paziente ove correttamente informato.

 La S.C., con Sentenza n. 28985 del 11/11/2019, ha ...

La Suprema Corte di Cassazione, con Ordinanza n. 2539 del 26/01/2024, ha statuito che, in tema di danno da lesione del diritto all'autodeterminazione, ai fini della liquidazione equitativa, le tabelle predisposte dal Tribunale di Milano, non avendo valore normativo, non vincolano il giudice al rispetto degli importi ivi indicati, ma comunque costituiscono un valido parametro di riferimento per una valutazione che sia il più possibile conformata al caso concreto. ...

Pagina 1 di 90

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti

Ultimi articoli

Principio di buona fede e correttezza contrattuale

Principio di buona fede e correttezza contrattuale

La Suprema Corte di Cassazione, con la Sentenza Leggi tutto
Le condizioni generali del contratto: le ultime dalla Cassazione

Le condizioni generali del contratto: le ultime dalla Cassazione

La Suprema Corte di Cassazione, con Ordinanza n. Leggi tutto
Separazione e mantenimento

Separazione e mantenimento

La Suprema Corte di Cassazione, con Ordinanza n. Leggi tutto
Il consenso informato

Il consenso informato

La Suprema Corte di Cassazione, con Sentenza n. Leggi tutto
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5