Lunedì, 17 Maggio 2021 10:17

Condominio: la comproprietà di un tetto avente funzione di copertura di una sola delle unità immobiliari compresa in un condominio orizzontale, può essere attribuita a tutti i condomini

Scritto da Avv. Giulio Costanzo
Vota questo articolo
(5 Voti)
Condominio Condominio

La Suprema Corte di Cassazione, con la Ordinanza n. 10370 del 20/04/2021, hanno statuito che in tema di edificio costituito da più unità immobiliari autonome, la comproprietà di un tetto avente funzione di copertura di una sola delle unità immobiliari compresa in un condominio orizzontale, può essere attribuita a tutti i condomini quale effetto dell'acquisto individuale operato con i rispettivi atti di una quota di tale bene, oppure in forza di un contratto costitutivo di comunione.

La S.C., con la Ordinanza n. 10370 del 20/04/2021, è tornata sul tema del condominio e, più in particolare, del condominio costituito da più unità immobiliari autonome e la comproprietà di cose.

Il condominio è una particolare forma di comunione su di un bene immobile.

Il Codice Civile non ne fornisce una definizione, tuttavia, le norme che lo riguardano sono collocate nel Libro III, relativo alla proprietà e, più nello specifico, nel Capo II del Titolo VII relativo alla comunione.

La peculiarità rispetto alla più generale disciplina della comunione va individuata nel fatto che nel condominio coesistono parti di proprietà esclusiva accanto a parti di proprietà comune.

Tra le principali diatribe portate nelle aule giudiziarie, riscontriamo proprio quelle relative alla comproprietà di una o più cose, non incluse tra quelle elencate nell'art. 1117 c.c..

Gli Ermellini sono tornati sul corrispondente tema, decidendo su di un caso relativo al diritto reale di uso esclusivo su una porzione di cortile condominiale.

La S.C., con la Ordinanza n. 10370 del 20/04/2021 hanno, così, enucleato il seguente principio di diritto: In tema di edificio costituito da più unità immobiliari autonome, la comproprietà di una o più cose, non incluse tra quelle elencate nell'art. 1117 c.c. (quale, nella specie, un tetto avente funzione di copertura di una sola delle unità immobiliari compresa in un condominio orizzontale), può essere attribuita a tutti i condomini quale effetto dell'acquisto individuale operato con i rispettivi atti di una quota di tale bene, oppure in forza di un contratto costitutivo di comunione, ai sensi degli artt. 1350, n. 3, e 2643, n. 3, c.c., recante l'inequivoca manifestazione del consenso unanime dei condomini, espressa della forma scritta essenziale, alla nuova situazione di contitolarità degli immobili individuati nella loro consistenza e localizzazione.

Alla luce di tale pronunzia emerge, ergo, che la comproprietà di un tetto avente funzione di copertura di una sola delle unità immobiliari compresa in un condominio orizzontale, può essere attribuita a tutti i condomini quale effetto dell'acquisto individuale operato con i rispettivi atti di una quota di tale bene, oppure in forza di un contratto costitutivo di comunione.

Letto 2192 volte Ultima modifica il Lunedì, 17 Maggio 2021 10:49

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti

Ultimi articoli

Principio di buona fede e correttezza contrattuale

Principio di buona fede e correttezza contrattuale

La Suprema Corte di Cassazione, con la Sentenza Leggi tutto
Le condizioni generali del contratto: le ultime dalla Cassazione

Le condizioni generali del contratto: le ultime dalla Cassazione

La Suprema Corte di Cassazione, con Ordinanza n. Leggi tutto
Separazione e mantenimento

Separazione e mantenimento

La Suprema Corte di Cassazione, con Ordinanza n. Leggi tutto
Il consenso informato

Il consenso informato

La Suprema Corte di Cassazione, con Sentenza n. Leggi tutto
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5