Lunedì, 01 Agosto 2022 08:23

Indegnità di succedere in rapporto ai reati commessi

Scritto da Avv. Giulio Costanzo
Vota questo articolo
(4 Voti)
Sentenza Sentenza

La Suprema Corte di Cassazione, con Ordinanza n. 13266 del 28/04/2022, ha statuito che il delitto di abbandono di minore o di persona incapace, anche nella sua forma aggravata dall'evento morte, non può a priori farsi rientrare fra le ipotesi di indegnità a succedere ex art. 463, n. 2, c.c., atteso che la legge penale non dichiara applicabili, a tale fattispecie criminosa, le disposizioni sull'omicidio; nondimeno, qualora l'abbandono sia stato realizzato con la volontà di cagionare la morte del soggetto passivo del reato, ovvero il soggetto agente si sia rappresentato tale evento come probabile o possibile conseguenza della propria condotta, accettando il rischio implicito della sua verificazione, il fatto può farsi rientrare nelle ipotesi previste dall'art. 463, n. 1, c.c..

La S.C. con Ordinanza n. 13266 del 28/04/2022 è tornata sul tema delle successioni e sull’indegnità a succedere.

L'indegnità a succedere è una sanzione civilistica che colpisce il chiamato all'eredità che si sia reso colpevole delle condotte tassativamente elencate dall’art. 463 c.c.

È, infatti, escluso dalla successione come indegno:

1) chi ha volontariamente ucciso o tentato di uccidere la persona della cui successione si tratta, o il coniuge, o un discendente, o un ascendente della medesima, purché non ricorra alcuna delle cause che escludono la punibilità a norma della legge penale [575 c.p.];

2) chi ha commesso, in danno di una di tali persone, un fatto al quale la legge [penale] dichiara applicabili le disposizioni sull'omicidio [580 c.p.];

3) chi ha denunziato una di tali persone per reato punibile [con la morte], con l'ergastolo o con la reclusione per un tempo non inferiore nel minimo a tre anni, se la denunzia è stata dichiarata calunniosa in giudizio penale [368 c.p.]; ovvero ha testimoniato contro le persone medesime imputate dei predetti reati, se la testimonianza è stata dichiarata, nei confronti di lui, falsa in giudizio penale [372 c.p.];

3 bis) chi, essendo decaduto dalla responsabilità genitoriale nei confronti della persona della cui successione si tratta a norma dell'art. 330, non è stato reintegrato nella responsabilità genitoriale alla data di apertura della successione medesima(3)(4);

4) chi ha indotto con dolo [1439 c.c.] o violenza [1434 c.c.] la persona, della cui successione si tratta, a fare, revocare [679 c.c.] o mutare il testamento, o ne l'ha impedita;

5) chi ha soppresso, celato, o alterato il testamento dal quale la successione sarebbe stata regolata [684 c.c];

6) chi ha formato un testamento falso o ne ha fatto scientemente uso.

Le cause di indegnità possono essere suddivise in due gruppi.

Al primo riscontriamo le condotte elencate sub n. da 1 a 3 bis: trattasi di colpe gravi commesse verso la persona del de cuius o verso il coniuge, il discendente o l'ascendente di questo, quali l'omicidio o il tentato omicidio ( n. 1), l'istigazione al suicidio (n. 2), la calunnia o la falsa testimonianza per reati di una determinata gravità (n. 3) e la decadenza dalla potestà genitoriale (n. 3 bis).

Al secondo gruppo di condotte, invece, appartengono quelle elencate sub n. da 4 a 6: si tratta di offese alla libertà di testare del de cuius o al testamento dello stesso. Può essere dichiarato indegno chi abbia, con dolo o violenza, indotto il soggetto della cui successione si tratta a fare, revocare, modificare un testamento (n. 4), chi abbia alterato, celato o soppresso un testamento dal quale la successione sarebbe stata regolata (n. 5) e chi abbia creato o fatto consapevolmente uso di un falso testamento (n. 6).

Gli Ermellini, di recente, sono tornati sul corrispondente tema, pronunciandosi circa l'indegnità a succedere in rapporto alla commissione dei reati di abbandono di minore o di persona incapace, anche sfociato poi nella morte.

I Giudici di Piazza Cavour con Ordinanza n. 13266 del 28/04/2022 hanno, così, enucleato il seguente principio di diritto: Il delitto di abbandono di minore o di persona incapace (art. 591 c.p.), anche nella sua forma aggravata dall'evento morte (art. 591, comma 3, c.p.), non può a priori farsi rientrare fra le ipotesi di indegnità a succedere previste dall'art. 463, n. 2, c.c., atteso che la legge penale non dichiara applicabili, a tale fattispecie criminosa, le disposizioni sull'omicidio; nondimeno, qualora l'abbandono sia stato realizzato con la volontà di cagionare la morte del soggetto passivo del reato, ovvero il soggetto agente si sia rappresentato tale evento come probabile o possibile conseguenza della propria condotta, accettando il rischio implicito della sua verificazione, il fatto può farsi rientrare nelle ipotesi previste dall'art. 463, n. 1, c.c..

Alla luce di tale pronunzia emerge, ergo, che il delitto di abbandono di minore o di persona incapace, anche nella sua forma aggravata dall'evento morte, non può a priori farsi rientrare fra le ipotesi di indegnità a succedere ex art. 463, n. 2, c.c., atteso che la legge penale non dichiara applicabili, a tale fattispecie criminosa, le disposizioni sull'omicidio; nondimeno, qualora l'abbandono sia stato realizzato con la volontà di cagionare la morte del soggetto passivo del reato, ovvero il soggetto agente si sia rappresentato tale evento come probabile o possibile conseguenza della propria condotta, accettando il rischio implicito della sua verificazione, il fatto può farsi rientrare nelle ipotesi previste dall'art. 463, n. 1, c.c..

Letto 296 volte

2 commenti

  • Link al commento itaniaSal Sabato, 17 Settembre 2022 19:01 inviato da itaniaSal

    What is Minotrex. doxycycline for dogs cost Treating the dental disease, either by extraction of the affected tooth or closure of the abnormal hole, will typically alleviate the sneezing unless the issue has progressed to the feedback loop of chronic rhinitis.

  • Link al commento Alindnels Mercoledì, 14 Settembre 2022 04:31 inviato da Alindnels

    They would also be sure that the substance they d got their hands on was, as promised, MDMA not plant fertiliser, or rat poison or, as suspected in Martha s case, the super-strength amphetamine PMA. buy nolvadex

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti

Ultimi articoli

Locazione di fondo rustico

Locazione di fondo rustico

La Suprema Corte di Cassazione, con Ordinanza n. Leggi tutto
Indegnità di succedere in rapporto ai reati commessi

Indegnità di succedere in rapporto ai reati commessi

La Suprema Corte di Cassazione, con Ordinanza n. Leggi tutto
Malattia professionale e ambiente non salubre

Malattia professionale e ambiente non salubre

La Suprema Corte di Cassazione, con Ordinanza n. Leggi tutto
Locazione, riscatto e diritto di prelazione del conduttore.

Locazione, riscatto e diritto di prelazione del conduttore.

La Suprema Corte di Cassazione, con Sentenza n. Leggi tutto
  • 1
  • 2