Giovedì, 11 Aprile 2019 08:30

La separazione... perché?

Scritto da Avv. Giulio Costanzo
Vota questo articolo
(5 Voti)
Divorzio - Separazione - Matrimonio - Rottura Divorzio - Separazione - Matrimonio - Rottura

Spunti di ragionamento: quale può essere il motivo del dilagante fenomeno delle separazioni?

Anche oggi mi sono occupato di una separazione tra due persone che a vederle, chiunque avrebbe pensato legittimamente: “ma questi due cosa ci fanno insieme?”

Due soggetti che senza nulla in comune, diametralmente opposti culturalmente, in assenza apparentemente di elementi comuni da condividere, si univano in matrimonio generando una prole che a sentir le parti, ha sempre vissuto in un clima di alternata tensione a costante indifferenza.

Forse la questione non è perché si separano ma perché si sono sposati? La domanda che da tempo mi pongo è: qual’è la spinta emotiva, culturale e sociale che spinge due soggetti, palesemente diversi in tutto e con scopi e valori assolutamente agli antipodi, ad unirsi in matrimonio con conseguente procreazione di persone che, spesso, crescono e vivono con irrisolti problemi personali?

Ma anche.... Cos’è che porta due persone che si sono amate ed hanno trascorso anni insieme costruendo il loro mondo e quello dei loro figli, ad odiarsi al punto di godere nel vedersi atterriti e distrutti, anche economicamente, dopo estenuanti battaglie legali, spesso infanganti del proprio vissuto?

Ovviamente la domanda non può e non riguarda, i casi di violenza e sudditanza psicologica di un coniuge nei confronti dell’altro, nei quali il vizio del rapporto, pur essendo complesso nel suo particolare, è chiaro nell’accezione oggettiva.

Letto 767 volte Ultima modifica il Giovedì, 11 Aprile 2019 08:39

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti

Ultimi articoli